05/08/2007 Shinjuku


È domenica. C’è tanta gente per le strade che passeggia e si diverte; anche noi decidiamo di passare la domenica alla giapponese: scegliamo per il cinema. Ci alziamo tardissimo: l’1:30, ma riprendiamo finalmente il sonno perduto da quattro giorni a questa parte ^^ Usciamo verso le 3:30 e passiamo alla Yodobashi Akiba, dove mi compro una telecamera meravigliosa *___* Prendiamo poi la metro e scendiamo a Shinjuku, dove pranziamo con della buona Soba calda. Resistiamo alla tentazione di soffiarci il naso, o quasi… (Ma alla fine, chi se ne frega… Dopotutto noi siamo occidentali!) Ci dirigiamo verso il parco Gyoen, accanto al quale avevamo visto un cinema. Dopo tanto girare, finalmente lo troviamo. Decidiamo per i Pirati dei Caraibi 3 in inglese sottotitolato in giapponese. Ma prima di entrare ci prendiamo il frappé al tè verde allo Starbucks… Una delle cose più deliziose che io abbia mai bevuto *___* Lo Starbbucks è in tutto il mondo, tranne che in Italia ovviamente, ma solo in Giappone c’è il frappé al tè verde. Provatelo almeno una volta! Una droga! Ve ne innamorerete! Si potrebbe bere all’infinito!

Il cinema è all’ultimo piano dell’edificio che ospita la catena di negozi Oioicity, dove ogni piano è dedicato ad un tipo di abbigliamento diverso, con tre piani per donna e tre per uomo. Di prezzi è molto simile alla nostra rinascente… Abbastanza costoso. Per la prima volta che mi piaceva qualcosa, un cappellino, devo rinunciarci… 60 €! O___O

Il cinema è organizzatissimo. (come era ovvio…) I giapponesi fanno pazientemente la fila alla biglietteria e non ti superano nemmeno se li minacci. La venditrice dei biglietti mostra la tabellina per scegliere per bene i posti; quella che li strappa all’entrata della sala dà ad ognuno il benvenuto. Prima dell’inizio del film, un video mostra come comportarsi bene al cinema: oltre che riprendere con la telecamera, usare il cellulare e fumare, è espressamente vietato dare calci a quelli davanti (finalmente qualcuno che lo vieta) e bisbigliare! Così in sala c’è il silenzio più completo. Fanno quasi male le orecchie…

Harry: «Potevano mettere direttamente non respirare

Dopo il film, non accendono le luci e ci fanno sorbire (sempre in silenzio) tutti i titoli di coda. Alla fine capiamo perché… Dopo tutto il film c’è una scena inedita ^^’ Io avevo già visto il film in Italia, ma non l’avevo vista… I giapponesi prendono tutti i loro scarti di cibo, carte e cartacce e lasciamo tutto subito fuori la sala, dove delle signorine raccolgono ogni costa con un carrellino. Pulizia, sintonia e organizzazione perfetta O___O Sono avanti! Sono davvero avanti!

Torniamo a casa ben più riposati e rilassati dei giorni precedenti. Sentiamo finalmente meno caldo e decidiamo di mangiare da McDonald’s il panino con i gamberetti che fanno solo in Giappone.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...