Kamikaze: l’origine


Conosciamo tutti il triste significato associato oggi alla parola kamikaze: persone che hanno il ruolo di armi umane e che sacrificano la propria vita per colpire altri, il tutto in nome di un’idea, un credo.

Kamikaze non ha niente a che vedere con tutto questo e mi dispiace che col tempo il termine abbia assunto questo significato. La responsabilità è dei giapponesi stessi, , come molti di voi sapranno, che bombardarono Pearl Harbor prima con missili e munizioni e poi letteralmente lanciandosi con i caccia sulla cittadina: si trattava di un attacco suicida, di un sacrificio per la patria.

Per quanto la storia sia tragica, la scelta del nome Kamikaze trova origine in due eventi del passato del Giappone in un certo senso… esilaranti (se visti ovviamente al giorno d’oggi, col senno di poi.) ^^

Kamikaze 神風 significa letteralmente “vento divino/vento di dio”, è infatti composto dal kanji Kami 神 Dio e Kaze 風 Vento. E il Kamikaze per i giapponesi fu letteralmente un vento divino, un vento della divina provvidenza!

373px-MokoShurai

Era il 1274 e i giapponesi vivevano felici per i fatti loro, quando all’improvviso gli si presentò in casa una flotta nemica mongola, che gli dichiarò guerra. I giapponesi non avevano né armi né forze per combattere e si prepararono impauriti alla battaglia, forse pregando i loro dei di aiutarli… e vennero aiutati! Un uragano si scaraventò all’improvviso contro i mongoli, che dovettero rinunciare al loro desiderio di guerriglia e tornarsene a casa. I giapponesi ringraziarono l’uragano,  per loro fu l’intervento diretto di un dio!

Nel 1281 i mongoli tornarono all’attacco (c’avete fregato ‘na volta… mo so’ c**** vostri) con il doppio delle forze armate (Meglio andare sul sivuro… Il rosik era a livelli altissimi); i giapponesi stessa storia: disperati, con l’idea che questa volta la battaglia non la si sarebbe potuta evitare… E invece no! Arrivò un tifone che spazzò via i nemici. I mongoli persero ogni attrattiva per il Giappone e lo lasciarono in pace.

Quando lessi questa storia sul mio libro di storia giapponese quasi non ci volevo credere xD Alla faccia dei calcoli di probabilità! xD

Da wikipedia la storia spiegata in modo un po’ più ufficiale del mio ^^

http://it.wikipedia.org/wiki/Invasione_mongola_del_Giappone

Prima invasione (1274)

La Baia di Hakata è una porta aperta verso la Corea del sud e la Cina. Il capo mongolo Kublai Khan, nipote di Gengis Khan, pose la sua attenzione sul Giappone. A partire dal 1268 un suo inviato fu mandato a Kamakura per convincere lo Shogun a firmare un contratto di sottomissione. Questa operazione non produsse nessun frutto. La proposta fu ripetuta diverse volte, fino a quando, nel 1274, decise di invadere la regione a nord del Kyūshūcon una flotta di 900 navi e 33.000 soldati, i quali includevano anche quelli in stanza a Goryeo (l’attuale penisola coreana). La notte dell’invasione l’esercito tornò alle proprie navi, un violento uragano le danneggiò gravemente e molti uomini persero la vita. Con l’armata ridotta di circa un terzo, gli invasori si ritirarono in Corea.

Seconda invasione (1281)

Dopo quella prima invasione, i samurai decisero di edificare una barriera di pietra di 20 chilometri di lunghezza lungo la costa della Baia di Hakata, la quale si può visitare tutt’oggi. Questo muro di 2-3 metri d’altezza, e con una base di circa 3 metri, venne costruito tra il 1276 ed il 1277.

Nel 1279, Kublai Khan decise di mandare nuovamente un inviato per contrattare la resa giapponese. In quel momento Hojo Tokimune, del Clan Hojo (12511284) era l’ottavo shogun reggente. Egli, non solamente rifiutò la resa, ma fece decapitare i 5 emissari mongoli a Kamakura. Furioso, Kublai nel 1281 attaccòFukuoka, con un esercito rinforzato (140.000 soldati e 4.000 navi). I combattenti giapponesi erano 40.000, troppo pochi per fronteggiarli, ma nonostante questo, le forze mongole trovarono una resistenza impenetrabile, non riuscendo a conquistare una posizione sicura. Qualche settimana più tardi arrivarono i rinforzi dalla Cina Meridionale ma, proprio quando gli invasori stavano programmando un massiccio assalto congiunto, la maggior parte della flotta venne distrutta da un altro tifone, perdendo questa volta addirittura la metà degli uomini. Quei venti provvidenziali furono battezzati shinpū o kamikaze, che letteralmente significa “vento divino”: i Giapponesi credevano infatti che la propria terra fosse la terra degli dei e godesse della loro protezione.

Annunci

6 risposte a “Kamikaze: l’origine

  1. Oh my goodness! an amazing article dude. Thank you However I am experiencing issue with ur rss . Dont know why Unable to subscribe to it. Is there anyone getting identical rss problem? Anyone who knows kindly respond. Thnkx

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...