Imparare a ricordare


Vi siete mai chiesti perché il ricordo di un viaggio resta più a lungo o comunque più nitido nella propria mente? Non è soltanto a causa del fatto che si vedano cose nuove o che ci si trovi in luoghi lontani dalla propria quotidianità, molto dipende dalle percezioni sensoriali.

La memoria funziona meglio, se guidata dai sensi. Facciamo un esempio: dovete imparare a memoria una poesia, ripeterla più volte sarà efficace, ma un giorno la dimenticherete… provate invece a ripetere quella frase, bevendo, che so, una cioccolata calda. Il profumo e il gusto della cioccolata entreranno in connessione col ricordo e basterà pensare alla cioccolata stessa per farvi venire in mente anche la poesia che dovevate imparare.

Bisogna associare le sensazioni date dai propri sensi al ricordo che volete imprimere nella vostra mente. Questo è quello che ho sempre fatto, involontariamente e ora anche consapevolmente, durante i miei viaggi (e anche in moltissime occasioni o periodi della mia vita).

Il senso che si attiva per primo è l’olfatto. Si tratta del senso che va bene per ogni momento, per ogni luogo, per ogni viaggio. C’è sempre un odore, può essere negativo o positivo, ma che se lo sentirete per la prima volta in viaggio, si legherà inevitabilmente al luogo. Quando tornerete sul posto e sentirete di nuovo quel profumo, la mente vi riporterà al ricordo del viaggio precedente, creando una magica connessione.

Poi c’è il tatto. Non si può toccare tutto, ma alcuni elementi/oggetti diverranno caratteristica principale del vostro viaggio, se vi soffermerete a toccarli con la giusta attenzione, che sia voluta o casuale.

Poi il gusto, senso principale del viaggio, soprattutto quando assaggerete per la prima volta nella vostra vita alcune pietanze. Ogni luogo però ha in sé un ingrediente principale, un sapore che si ripete in ogni piatto originario di quel luogo e che, se vi piacerà, tornerà come una garanzia per farvi gioire.

Udito e vista vanno a braccetto, quasi non esistono l’uno senza l’altro. I suoni di una natura diversa, di una città lontana dalla vostra si legheranno indissolubilmente all’immagine del luogo che avrete stampato nella vostra testa… e allora basterà una foto a farvi sentire di nuovo i rumori e i suoi di quel magico luogo.

Aprite i sensi. Spegnete la testa e attivate solo i vostri sensi, lasciatevi andare e vivete il viaggio… Viaggio, che altro non è che un modo per tornare a vivere minuto per minuto e per non farsi travolgere dalla ripetitività quotidiana.

IMG_0809

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...